TECNOLOGIA ED ESIGENZE DELL'OPERATORE


E' del tutto evidente come gli strumenti tecnologici prodotti e dedicati all'indagine nel campo del falso documentale, siano molteplici ed in continua evoluzione. Come del resto avviene in ogni campo che preveda l'applicazione di tecnologia informatica ed elettronica, ci troviamo in un'autentica selva di prezzi e prestazioni. Durante questi anni di esperienza maturata sul campo si è avuto modo di testare quasi tutti i prodotti che elencheremo, in questa sede però ci limiteremo a fornire dei consigli utili a muoversi con la dovuta cautela, per provvedere quindi all'acquisto più consono alle nostre esigenze, senza sponsorizzare l'uno o l'altro prodotto, non per mancanza di parametrazione ma per mera equità. Sarebbe opportuno intanto valutare quali siano le reali esigenze degli Operatori, se quella di eseguire un controllo di base sul territorio o se invece il controllo debba essere più evoluto, se l'apparecchiutura debba essere montata su di un veicolo di servizio o se l'esigenze è quella di effettuare un'analisi di laboratorio approfondita ed eventualmente relazionare l'Autorità Giudiziaria competente.


ATTREZZATURA BASE PER OPERATORE SUL TERRITORIO

imprescindibile per il controllo è l'ingrandimento ottico, in commercio si reperiscono lentini contafili -x8, x10, x 15, x20 ecc.ecc.-, triplette, monocoli. Tutti sono sistemi validi basta non si ecceda nell'esasperazione dell'ingrandimento, 15 ingrandimenti sono sufficienti ad individuare una contraffazione. I prezzi sono correlati alla qualità delle lenti montate, si và da pochi Euro per contafili plastici acquistati dagli store cinesi a qualche decina di Euro per strumenti più professionali commercializzati dai negozi di ottica e mineralogia.


Irradiare all'ultravioletto potrebbe essere utile anche nell'analisi su strada, la lampada portatile a batterie o con connessione veicolare è facilmente reperibile in cartolibrerie fornite o presso gli immancabili store cinesi, è essenziale avere certezza che la banda d'irradiazione sia quella dei 360 nmt., quella normalmente utilizzata nell'analisi delle banconote, il prezzo di acquisto si attesta attorno ai € 10.


ATTREZZATURA AVANZATA PER OPERATORE SUL TERRITORIO

Sono disponibili molti prodotti più o meno trasportabili, che poco si differenziano tra loro, in linea di massima eseuono una scansione in automatico all'inserimento nel lettore del documento (formato massimo A5), permettendo di acquisire a schermo ed in seguito salvare un immagine digitale ad irradiazione naturale, all'irradiazione U.V. e all'infrarosso, normalmente acquisicono e controllano il codice I.C.A.O. in automatico basandosi sull'acquisizione O.C.R. all'infrarosso, sono dotati di un rilevatore di chip. Tali apparecchiature devono essere connesse con un computer che normalmente non viene fornito, sono di produzione industriale e quindi progettate per soddisfare le esigenze più diverse, non possono essere impegate come strumentazione da laboratorio perchè carenti in definizione e potenzialità, mentre forniscono il meglio se impiegate con ausilio nel controllo grossolano.


LETTORE 3M vai al sito


LETTORE MAGGIOLI vai al sito


LETTORE PROJECTINA vai al sito


Un paragrafo a parte è quello che destiniamo alla Ditta CIANO vai al sito di Torino, l'Ing. CIANO nasce come laboratorio specializzato nella produzione di apparecchiature scientifiche da laboratorio ed applicazioni di ottica applicate alla mineralogia. Più di dieci anni or sono, i Colleghi di Milano e Torino iniziano una stretta collaborazione con la Ditta che inizia a produrre apparecchiature dedicate all'indagine sul falso effettuata da Operatori della Polizia Locale. E questo è ciò che diversifica la produzione industriale da quella artiginalae, ogni apparecchiatura nasce per inserirsi in un preciso segmento. vai al sito


ATTREZZATURA PER LABORATORIO DI ANALISI


Le esigenze del laboratorio di indagine, che dovrà relazionare l'Autorità Giudiziaria sui reperti sequestrati, sono quelle di essere in grado di esaminare i documenti ad irradiazione di luce diretta, riflessa e radente, all'rradiazione U.V. ed all'infrarosso, acquisendo immagina ad ingrandimento di microscopia ottica, senza manipolazione dell'immagine digitale e possibilmente con la memorizzazione dei fattori utilizzati al fine di poter riprodurre in qualsiasi momento l'esame effettuato. Ovviamente apparecchiature che permettono un'interpolazione di filtri sulle sorgenti di irradiazione e di acquisizione potranno garantire risultati decisamente migliori rispetto a chi non garantirà tale duttilità. Si ripropone quanto già esplicato nella precedente sezione: il top della gamma è l'apparecchiatura prodotta dalla FOSTER AND FREEMAN vai al sito


L'apparecchiatura di produzione industriale inglese deve soddisfare le esigenze di una poliedrica clientela, ed è davvero in grado di rispettare le aspettative di qualsiasi tecnico di laboratorio, per molti versi è da considerarsi al di sopra di quelle che sono le nostre esigenze. I risvolti negativi, e datosi le cifre di cui si tratta (oltre € 70.000,00) è opportuno che vengano citati, sono: la cifra elevatissima di acquisto, l'assistenza non prevista ad opera di tecnici italiani (interviene personale tedesco) ed una spesa di manutenzione annua prevista (obbligatoria) del tutto inusitata. La concorrenza a questo apparecchio è quella prodotta nuovamente dall'Ing. CIANO vai al sito


L'apparecchiatura attalmente è stata adeguata alla tecnologia HD ed equipaggiata con micro camere e ottiche di produzione tedesca. I punti di forza sono il prezzo di acquisto quasi dimezzato, nessun obbligo di manutenzione e intervento eventuale di assistenza garantito on-side nelle 24 h.. Il prezzo è contenuto anche per alcune particolarità tecniche, non vi è copertura continua sulla banda di irradiazione ma a bande preordinate ed il software è prodotto integralmente dalla Ditta CIANO.